Dossiers > Edito agosto 2017

Dettagli articolo:

  • 1st September 2017 - 10:30 GMT

Edito agosto 2017

Cara lettrice, caro lettore,

Dopo quattro anni passati in seno al Nuovo movimento svizzero europeo, ecco il mio ultimo editoriale. Il tempo è passato velocissimo! È con tristezza, ma anche riconoscenza e motivazione che lascio questa organizzazione che mi ha tanto insegnato. Tristezza, certo, perché lascio delle persone fantastiche, legami unici che solo il Numes ha potuto offrirmi. Anche riconoscenza perché voi mi avete sempre onorato della vostra fiducia, cari membri, e questo non ha prezzo. Motivazione infine, perché dopo il mio arrivo al segretariato di Numes nel 2013 – appena qualche mese prima della votazione del 9 febbraio 2014 – la Svizzera ha ripreso il cammino di un’integrazione europea che non domanda altro se non di intensificarsi.

Lascio il segretariato nelle mani di Lukas Wegmüller e del mio successore Raphaël Bez augurando loro un pieno successo in avvenire, ciò che significa una lotta sempre più impavida per una Svizzera aperta ed europea in un continente al quale apparteniamo geograficamente, storicamente e culturalmente. Quanto a te, cara lettrice, caro lettore, conto su di te affinché continui a sostenere questo nostro movimento che è l’unico a difendere l’ideale europeo della Svizzera.

A molto presto, spero!
Un caro saluto,

Caroline Iberg

Non ci sono commenti

Your email will not be published
Cancel reply