Dossiers > François Cherix, copresidente del Numes: ritrovare la mia famiglia

Dettagli articolo:

  • 13th October 2015 - 12:10 GMT
Membri del Numes

François Cherix, copresidente del Numes: ritrovare la mia famiglia

Il 6 dicembre 1992 sono diventato europeo. In effetti, lo ero già. Profondamente. Ma non lo sapevo. La mia lingua, la mia cultura, la mia storia, le mie letture, le mie musiche, le mie città, i miei viaggi, i miei sogni erano europei. E improvvisamente il no della Svizzera all’integrazione mi divideva dalla mia famiglia! Fisicamente, sentivo che si allontanava. Mi ricordo di aver guardato la Francia da una terrazza losannese, la sera della “domenica nera”. Mi è sembrato che dall’altra parte del Lemano, di cui il sole calante sembrava ingrandire la superficie, l’orizzonte europeo arretrasse, mentre mi immergevo nella solitudine e nell’oscurità. Allora ho deciso che mi sarei battuto, affinché il mio paese ritrovasse la propria famiglia e il suo grande progetto dell’Unione europea.

 

Non ci sono commenti

Your email will not be published
Cancel reply